Autore: Luca Laganà

Non c’è più tempo per l’apparenza e per i proclami: cambiamo per cambiare e salvare la Terra!

Non c’è più tempo per l’apparenza e per i proclami: cambiamo per cambiare e salvare la Terra!

Il cambiamento climatico è realtà e, purtroppo, è destinato a continuare.

Le Canarie bruciano, la California brucia, sette degli stati “montani” degli USA bruciano, la Grecia brucia, il Portogallo brucia e l’Algeria brucia.

Tutto normale starete pensando: è estate, fa caldo, l’inciviltà e la piromania sono, purtroppo, fenomeni concreti e diffusi pertanto basta veramente poco affinchè si inneschi un incendio.

Tralasciando la “stagionalità” di questi fenomeni, la gravità di questi incendi si amplifica oltremodo se i due più grandi polmoni del nostro pianeta bruciano ininterrottamente da settimane: l’Amazzonia e la Siberia, produttori di oltre il 25% dell’ossigeno del pianeta.

Volete sapere un dato? Nello scorso mese di aprile, l’osservatorio di Mauna Loa (Hawaii), ha registrato una media mensile di CO2 (Anidride Carbonica) di 410 ppm, la più alta degli ultimi 800.000 anni (si è possibile farlo estraendo e analizzando le bolle d’aria intrappolate nei ghiacci in Groenlandia o Antartide). L’aspetto inquietante di tutto questo è che i valori registrati alle Hawaii non rispecchiano i livelli “locali” ma quelli medi di tutto il pianeta, infatti, nelle grandi città l’aria è molto più pensante e le concentrazioni di CO2 sono più alte, paradossalmente, all’interno delle nostre case.

Colpa degli incendi? Non solo.

Le nostre industrie non accennano minimamente a minimizzare gli impatti sull’ambiente, i condizionatori sono sempre più utilizzati, la deforestazione aumenta sempre di più per fare spazio all’agricoltura e i trasporti continuano a dipendere dall’utilizzo di combustibili fossili (prevalentemente petrolio).

Vi starete chiedendo “ma non basterebbe mettere un freno a tutto questo?”

Il mondo non si ferma, corre. Siamo sempre impegnati ad accrescere i volumi di produzione per soddisfare un desiderio di consumo sempre più esigente soprattutto nell’ambito del paradigma energetico-economico, arrecando danni enormi al nostro ecosistema.

Mentre in Europa (Italia, Spagna e Francia su tutti) siamo alle prese con un’estate caldissima, India, Pakistan, Nepal, Sierra Leone e Nigeria sono sott’acqua a causa di fenomeni metereologici estremi come monsoni e inondazioni.

E se non bastasse tutto questo, anche la crosta terrestre ha “cambiato marcia” muovendosi molto più frequentemente: il vulcano Yellowstone ha registrato 2300 movimenti da giugno, l’Idaho, il Cile e il Giappone sono stati colpiti da terremoti superiori al 5° grado, il Messico, negli ultimi mesi, ha letteralmente ballato con due sismi di 7.1 e 8.2 gradi.

Negli ultimi anni, la violenza dei fenomeni metereologici ha subito un’impennata nettissima, basti pensare all’intensità degli uragani sull’Atlantico o, senza andare troppo lontano, alle “bombe d’acqua” sempre più frequenti in Italia.

A peggiorare tutto questo ci siamo noi esseri umani che, contrariamente a quello che dovremmo fare, continuiamo a mettere alla prova il nostro pianeta.

La continua ricerca di nuove tecnologie, in ogni campo, non si cura affatto di quello che l’ecosistema terreste potrebbe riuscire a sopportare in questo momento di grande instabilità: nel giorno di Ferragosto, mentre noi ci godevamo la festività con le nostre famiglie, non lontano dal porto di Severodvinsk, nel nord della Russia, cinque specialisti della Rosatom (la società statale russa per l’energia atomica) sono rimasti uccisi in un’esplosione.

Secondo le dichiarazioni ufficiali, gli scienziati sarebbero morti in seguito ad un esperimento su un sistema di propulsione liquido con isotopi. Niente di preoccupante o allarmante secondo il governo russo, ma nei giorni scorsi la Norvegia ha reso noto che al confine con la Russia sono stati rivelati livelli di Iodio radioattivo molto superiori alla media, alcuni media parlano anche di valori 16 volte superiori alla soglia massima.

L’impatto che Chernobyl ebbe negli anni a seguire su tutta l’area eurasiatica furono devastanti ma, nonostante questo, la sperimentazione nucleare non conosce rallenamenti.

Giustamente starete pensando che questo non dipende da noi, che non abbiamo colpe per questo tipo di eventi, ma siamo sicuri che noi, nel nostro piccolo, non facciamo anche di peggio?

5 bilioni di buste ogni anno, 25 milioni di tonnellate di rifiuti ogni mese, 1 milione di bottiglie ogni giorno. Questi sono i numeri pertinenti alla produzione e al nostro consumo della plastica, impressionanti se si pensa che più della metà della plastica prodotta è pensata per essere utilizzata una sola volta. Secondo un report della World Bank, nonostante i legislatori stiano cercando di ricorrere ai ripari approvando norme di contrasto al consumo della plastica, nei prossimi trent’anni la produzione di rifiuti di plastica crescerà del 70%!

Sulla superficie dei mari, sotto i ghiacciai, nelle falde acquifere, sul fondo degli abissi, sulle coste di isole remotissime e, persino, all’interno del nostro corpo, la plastica ormai è ovunque.

I dati parlano chiarissimo: a questi ritmi la concentrazione di CO2 supererà la soglia delle 500 ppm modificando definitivamente il sistema climatico rendendolo molto meno adatto all’esistenza degli esseri umani, i rifiuti di plastica in mare, invece, nel loro lunghissimo processo di decomposizione si frammentano i parti piccolissime (che possono misurare anche meno di 5 mm di diametro) finendo per essere scambiate per plancton o meduse portando oltre 115 specie di mammiferi ed anfibi a rischio estinzione ma, se non bastasse, il pesce fa parte della nostra dieta alimentare e i danni che la plastica arreca al nostro corpo non sono ancora chiarissimi, ma ci sono.

Urge instaurare a tutti i livelli e in tutti i settori un pensiero di azione a lungo termine, abbandonando il modello miope che contraddistingue i nostri sistemi economici, basati sulla crescita economica di breve periodo.

L’azione più importante, però, va fatta sulle nostre coscienze.

Non basta più un post sui social, non basta più un corteo o uno sciopero, servono azioni concrete, serve cambiare la nostra quotidianità, serve limitare i consumi al necessario, serve riacquistare le “vecchie buone” abitudini, serve sensibilizzare, informare e istruire le nuove generazioni (e non solo..).

E’ necessario fare qualcosa, di poco eclatante ma di grande impatto: correggiamo le nostre abitudini, modifichiamo la nostra quotidianità, cambiamo le nostre vite e salviamo la nostra casa.

ScopriAmo l’Aspromonte, alla “ri-scoperta” della nostra terra

ScopriAmo l’Aspromonte, alla “ri-scoperta” della nostra terra

Spesso ci capita di organizzare vacanze in località esotiche, spesso andiamo alla ricerca di luoghi “incantati” che sono a migliaia di km da casa; altrettanto spesso, però, trascuriamo quello che dietro casa.

Proprio per questo motivo abbiamo pensato di dar vita a “ScopriAmo l’Aspromonte”, un’iniziativa volta alla scoperta delle meraviglie “nascoste” del nostro territorio.

Saranno due le escursioni, accessibili a tutti, che organizzeremo nella settimana del Mile High Basketball Festival: la prima, il 23 luglio con partenza da piazza Mangeruca alle ore 9.30, sarà un giro dell’hinterland di Gambarie passeremo per l’ex base USAF, arriveremo sulla cima di Monte Scirocco per poi fare ritorno a piazza Mangeruca; la seconda, invece, sarà una vera e propria scalata alla cima più alta dell’Aspromonte, infatti, sabato 27 alle ore 9.30 (sempre da piazza Mangeruca) partiremo alla volta di Montalto e. accompagnati dalle guide del Parco Nazionale, andremo alla scoperta di luoghi incredibilmente belli.

Per maggiori info potete scriverci tramite i nostri canali social oppure inviando una mail a info@ntcsportindustries.com

Via alle iscrizioni per il Mile High!

Via alle iscrizioni per il Mile High!

Dalle 10 di sabato 13 luglio, a soli 13 giorni dall’inizio, sono aperte le iscrizioni alle 3 competizioni del Mile High Basketball Festival.

3X3, 3X3 SPRINT e 5vs5 saranno solo alcune delle tante iniziative che vivremo insieme nella meravigliosa cornice del Parco Nazionale dell’Aspromonte, Gambarie diventerà un grandissimo palasport all’aria aperta!

Per iscriverti vai su http://www.ntcsportindustries.com/evento/mile-high-basketball-festival/ e compila il form!

Mile High Basketball Festival: la novità sarà il 3×3 SPRINT!

Mile High Basketball Festival: la novità sarà il 3×3 SPRINT!

Si avvicina sempre di più la prima edizione del Mile High Basketball Festival e, se domani vi presenteremo tutte le categorie ed apriremo le iscrizioni, oggi iniziamo a darvi la prima grande novità del secondo evento della nostra estate.

Tra il 3×3 e il 5 contro 5 ecco che farà capolino il 3×3 sprint, una perfetta via di mezzo tra il 3×3 tradizionale e il gioco sui 28 metri.

Domani vi presenteremo tutto (regolamento incluso)!

Manca pochissimo e poi via alle iscrizioni!

#Ntc Summer League 2019, un successo che sa di conferma!

#Ntc Summer League 2019, un successo che sa di conferma!

Dopo 3 giorni di grande pallacanestro ma, soprattutto, di grande divertimento va in archivio la quarta edizione della #Ntc Summer League.

L’organizzazione inizialmente temeva che la partecipazione potesse risentire di una location un pò meno “turistica” (le scorse edizioni si sono divise tra Arena dello Stretto e Castello Aragonese) come la #Ntc Arena ma così non è stato, infatti, il numero di squadre si è confermato in linea con le scorse edizioni.

Notevolissima è stata la partecipazione alle categorie giovanili, segno di un futuro roseo per la pallacanestro reggina.

Anche quest’anno la #Ntc Summer League ha dimostrato di meritare ampiamente la top 10 dei tornei nazionali, iniziando a sviluppare un appeal internazionale confermato dall’arrivo in riva allo Stretto del dunker inglese Baydunk.

3 giorni di gare magistralmente dirette dal G.A.P. di Reggio Calabria guidato da Giovanni Simone (responsabile Arbitri 3×3) e Roberto Viglianisi (Istruttore Regionale). I 5 arbitri che si sono alternati sui campi di gioco sono stati: Roberto Viglianisi, Alessio Mafrici, Giorgio Logiudice, Davide Laurenda e Simone Mafrici.

Prima di parlare dei risultati sportivi c’è da menzionare l’interessantissimo convegno andato in scena durante il torneo: “Dispositivi Digitali, quali effetti sul nostro corpo?”. Uno splendido incontro tra tanti curiosi e dei relatori di primissimo livello come la dottoressa Francesca Frattima, il professor Micheal Polimeni e Mary Sciarrone; convegno che ha riscontrato anche una grandissima partecipazione social con oltre 200 visualizzazioni nella diretta Facebook.

Tornando al campo, nella categoria Esordienti (prima assoluta per una categoria minibasket nella #Ntc Summer League) a vincere sono stati gli “Arrosto e Tiro” Salvatore Rappoccio, Antonio Scopelliti e Christian Vigo che hanno battuto in una bellissima finale i “Clapetika”.

Nella categoria U15 Maschile, la più partecipata di tutto il torneo, a vincere sono stati i “Reggio Raptors” Tommaso Russo, Filippo Basile, Alessandro Ziino e Claudio Arcudi gli unici in grado di battere, proprio in finale, gli Antibasket (imbattuti per tutta le fasi precedenti del torneo).

Nell’U16 Femminile, a sollevare il Cono Gelato sono state le ragazze di “E’ stato ritrovato un portafoglio” Anna Basile, Lara Borrello, Maria Stelitano e Giorgia Borriello che hanno superato le “Riappallotolamelo”.

Sul gradino più alto del podio nella categoria u18 Maschile, invece, sono stati i “C’è una Fiat da spostare” Karim Bayoud, Mohamed Brad e Nicolò Trotta dopo aver superato in finale i “Che so io!”.

Nell’ultima categoria giovanile, ovvero, l’U20 Femminile, il successo è stato ancora una volta per le “E’ stato ritrovato un portafoglio” Anna Basile, Lara Borrello, Maria Stelitano e Giorgia Borriello che hanno bissato la vittoria nel categoria U16 battendo le “Nome Squadra”.

Le quattro categorie senior, invece, si sono confermate fonte di grande spettacolarità ma sempre con grande correttezza e voglia di divertirsi.

Nella combattutissima categoria “Old but Gold”, dedicata ai genitori, a vincere sono stati i “Passami la Palla” Antonino Ripepi, Laura Liotta e che hanno la meglio sui “Non ti candaliari”.

Nella categoria Open Maschile, il successo è stato tutto per i “The Avengers” Mauro Comi, John McAlone, Giuseppe Panuccio e Federico Romeo.

Nelle categorie Elite, invece, le due squadre che hanno staccato il pass per le Fisb Finals di Riccione sono stati, nella maschile, i DIVINI (Antonio Smorto, Santo Vazzana, Kevin Pandolfi e Michele Suraci) e, nella femminile, le Real Madrink (Rosalia Romeo, Martina Lombardo, Giulia Merrina e Sara Sciammetta).

Le gare individuali, quest’anno brandizzate da DreamTeam, hanno regalato un grandissimo spettacolo.

Nel Money Shot, il tiro da 20 metri, a vincere è stato Antonino Ripepi.

Nel tiro da 3 punti, a vincere è stato Claudio De Marco.

La gara delle schiacciate, invece, ha catalizzato l’attenzione di tutti richiamando tantissima gente #Ntc Arena. A vincere è stato un favoloso Baydunk che ha regalato schiacciate da urlo facendo impazzire tutto il pubblico presente.

I premi di MVP sono andati a Tommaso Russo per le categorie maschili e ad Anna Basile per quelle femminili. Mauro Comi, invece, ha vinto il premio Fair Play.

Grande soddisfazione per tutta l’organizzazione con un radioso Luca Laganà che, a fine manifestazione, ha dichiarato di “essere veramente entusiasta. Non ci aspettavamo questa risposta e siamo doppiamente soddisfatti perchè le persone hanno capito la passione che ci muove ad organizzare questo evento e, soprattutto, quanto il divertimento sia realmente l’unica cosa che conta. Ci siamo confermati ad un livello altissimo e, lentamente, iniziamo ad essere una realtà che inizia a farsi conoscere anche lontano, il merito va tutto al meraviglioso staff che ha permesso di vivere tre giorni senza alcun problema. Mi spiace se qualcuno è rimasto un pò deluso dalla nostra scelta per la location ma, chi mi conosce lo sa, se faccio qualche passo indietro è solo per prendere la rincorsa!”

 

 

Obiettivo Aspromonte, arriva il contest fotografico del Mile High

Obiettivo Aspromonte, arriva il contest fotografico del Mile High

La “riscoperta” del nostro territorio, come detto più volte, è uno dei temi centrali del nostro operato. Proprio per questo motivo #Ntc ha deciso di dare vita a “Obiettivo Aspromonte”, un contest fotografico che ha come tema centrale proprio lo splendido territorio del Parco Nazionale.

Dalle 16 di oggi sarà possibile inviare le foto (con termine massimo fissato per mercoledì 24 luglio) all’indirizzo mail ntcsportindustries@gmail.com.

Le foto saranno pubblicate in modo casuale in un album sulla pagina Facebook “Mile High Basketball Festival”.

La votazione sarà pubblica e si baserà sui “Mi Piace” degli utenti, il voto della giuria, invece, avrà un peso equivalente ai 30 “Mi Piace”.

Per qualunque altra info vi invitiamo a leggere il regolamento qui di seguito.

REGOLAMENTO

Il concorso fotografico, alla sua prima edizione, è promosso da #Ntc Sport Industries e sarà uno degli eventi collaterali del Mile High che si svolgerà dal 26 al 28 luglio a Gambarie d’Aspromonte.

TEMA

L’iniziativa invita a raccontare, attraverso immagini, un territorio che può essere scoperto e riscoperto. L’Aspromonte e il suo territorio con la con le sue bellezze paesaggistiche e faunistiche spesso attraversate frettolosamente e, quindi, difficilmente ammirate, vissute o amate. Sguardi diversi su un territorio unico al mondo come quello dell’Aspromonte: qual è il tuo?

MODALITA’ DI PARTECIPAZIONE

La partecipazione al concorso è gratuita, aperta a tutti i fotografi non professionisti e senza limiti d’età. Ogni partecipante potrà inviare un massimo di due foto da inviare unitamente ai dati personali (Nome, Cognome e mail di contatto) del partecipante.

MODALITA’ E TERMINI DI CONSEGNA DEL MATERIALE

Inviare le foto entro il 31 Agosto 2012 a ntcsportindustries@gmail.com specificando i contatti (Nome, Cognome, indirizzo e numero di telefono dell’autore con annessa autorizzazione al trattamento dei dati personali in base all’Art.13 del D.Lgs 196/2003 che servirà per i soli fini di contatto in caso di vincita)

Le foto dovranno essere scattate personalmente dal partecipante al concorso.

Ogni autore potrà mandare un massimo di 2 foto.

Il luogo ritratto dovrà essere obbligatoriamente aspromontano e dovrà essere specificato nella mail di ogni foto.

Le foto vanno inviate con file originale (quelle prese da internet verranno escluse).

Il concorso è indetto per la valorizzazione del territorio aspromontano, il conferimento dell’eventuale premio rappresenta il riconoscimento del merito personale.

Alla foto si potrà allegare una frase che verrà usata come didascalia.

Vinceranno le due foto che entro il termine del concorso (dopo 5 giorni dalla pubblicazione dell’album fotografico) avrà raggiunto più “Mi piace” da parte dei fan della pagina Mile High Basketball Festival (massimo 1 premo ad autore).

Le foto saranno pubblicate in un unico album con disposizione casuale sulla pagina https://www.facebook.com/milehighbf/

Ogni opera dovrà risultare nella piena disponibilità da parte dell’autore.

Ogni autore, partecipando all’iniziativa, accetta il presente regolamento e si assume ogni responsabilità sulla liceità all’uso della foto presentata,  sollevando #Ntc Sport Industries da ogni funzione di controllo, peraltro  impossibile,  al riguardo.

GIURIA

La giuria composta da professionisti del settore e da grandi conoscitori del Parco Nazionale esprimerà un giudizio insindacabile.

PREMI

Il primo classificato vincerà un buono dal valore di 100€ da spendere nel punto Decathlon di Gioia Tauro.

Il secondo classificato vincerà un altro buono dal valore di 40€ da utilizzare sempre da Decathlon.

Comunicazione importante ai partecipanti alla #Ntc Summer League

Comunicazione importante ai partecipanti alla #Ntc Summer League

#Ntc comunica, alle squadre iscritte e a tutti i partecipanti, che il check in delle squadre sarà OBBLIGATORIAMENTE domani dalle 17 alle 20 al palaLumaka.

Non sarà necessaria la presenza di tutti i componenti della squadra, è sufficiente la presenza di un solo elemento del team con tutti i requisiti necessari (nominativi e quota di partecipazione).

Al momento del check in, le squadre riceveranno un pacco gara per ogni singolo giocatore.

Inoltre, per chi non avesse compreso, la location del torneo sarà la #Ntc Arena, il playground esterno al palaLumaka.

Presentati gli “#Ntc Summer Events 2019”

Presentati gli “#Ntc Summer Events 2019”

E siamo a 4, tante sono ad oggi le edizioni della #Ntc Summer League che, sin dalla sua nascita, si è proposta con la volontà di tener viva l’attenzione sul basket durante i caldi mesi estivi.

Per questo ambizioso motivo, quest’anno, triplicheremo i nostri sforzi, triplicheremo il nostro impegno, triplicheremo il divertimento.

Tre format differenti, tre iniziative diverse ma con la palla a spicchi sempre come protagonista.

Via il 5, 6, 7 luglio con la #Ntc Summer League, nella nostra #Ntc Arena (non l’Arena dello Stretto “Franco” come da qualcuno erroneamente pensato). 3×3 a tutto motore, l’ambito trofeo e i due pass per le Finali Scudetto di Riccione, le sue 10 categorie per dare la possibilità a tutti di divertirsi, le gare individuali con diversi dunker provenienti da tutta Europa, su tutti l’inglese BayDunk, insomma, divertimento e spettacolo sono assicurati.

Il 26, 27, 28 luglio dal mare ci sposteremo in alta quota, per un basket di montagna, a Gambarie d’Aspromonte andrà in scena il Mile High Basketball Festival. Tre giorni all’insegna del turismo sportivo perché, oltre al gioco, sarà una bellissima occasione per far conoscere tanti angoli di paradiso dietro casa nostra: il territorio aspromontano, bello e selvaggio, con itinerari tutti da scoprire  grazie a 4 eventi totalmente pensati per conciliare sport e ambiente.

Il terzo ed ultimo appuntamento degli #Ntc Summer Events, sarà un ritorno al palaLumaka  il 3 e 4 agosto col nuovissimo format della 24h Basketb….All Night Long: un giorno di pallacanestro no stop, due maxi squadre, unico punteggio, insomma, ci sarà da divertirsi.

Adesso riflettori puntati sulla #Ntc Summer League, venerdì 5 luglio si apriranno le danze, oltre 240 partecipanti (e le iscrizioni non sono ancora chiuse).

Saranno tantissime le iniziative collaterali, nel prossimo weekend, ad esempio, ci sarà una convention sui dispositivi digitali e gli effetti sul nostro corpo con interventi della Dott.ssa Frattima, del Prof. Polimeni e di Mary Sciarrone affrontando questa tematica dal punto di vista psicologico, osteopatico e mediatico; a Gambarie, invece, avremo dimostrazioni di Gympx e Functional Training con lo staff del Centro Palestre Wellness, un’altra splendida realtà del nostro territorio,  totalmente a disposizione di chi volesse provare queste nuove discipline.

Saranno tanti anche i convegni e i contest fotografici con il solo obiettivo di promuovere l’immagine positiva del nostro territorio e le sue bellezze troppo spesso ingiustamente nascoste.

C’è anche tanto altro ancora ma, soprattutto, ci sarà un particolare premio che verrà assegnato ad ogni squadra vincitrice di ciascuna delle 10 categorie, graficamente ideato dal nostro entourage e che vuole rendere omaggio allo sport che più amiamo ed alla nostra città: Reggio Calabria.

Non vi resta che venire a dare un’occhiata.

Vi aspettiamo!

Carlo Vetere

#Ntc presenta i suoi Summer Events 2019!

#Ntc presenta i suoi Summer Events 2019!

L’attesa è finita!

Martedì 2 luglio alle 18, nei locali del palaLumaka, #Ntc Sport Industries presenterà i suoi Summer Events 2019.

La #Ntc Summer League, il Mile High Basketball Festival e 24H Basketb..All Night Long e tutti gli eventi che andranno in scena, a partire dal prossimo weekend, verranno presentati ai curiosi e agli organi di informazione.

Vi aspettiamo!